+39 0376.868353 or info@bertasi.it

In primo piano

In primo piano

IN PRIMO PIANO
Via libera dalla Commissione europea al nuovo Psr di Regione Lombardia. La Commissione europea ha formalmente approvato ieri il Programma di sviluppo rurale della Regione Lombardia per il periodo 2014-2020. In totale si tratta di 1,2 miliardi di euro di finanziamento pubblico, disponibili per il settennato, di cui 499 milioni di euro dal bilancio dell’Ue e 659 milioni di euro di cofinanziamento nazionale. IL PSR per la Lombardia dà particolare rilievo alle azioni legate al potenziamento della competitività del settore agricolo e dei produttori primari, nonché al ripristino, alla salvaguardia e alla valorizzazione degli ecosistemi. Circa 3 200 agricoltori otterranno un sostegno da parte del PSR per investimenti nella ristrutturazione e ammodernamento delle loro aziende o nella trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli. Oltre ad agire sulla competitività, tali investimenti contribuiranno anche a migliorare la sostenibilità ambientale e mitigare i cambiamenti climatici. Gli investimenti saranno anche incentivati grazie all’attivazione di uno specifico strumento finanziario, un fondo di credito che sosterrà gli investimenti per la trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli. Più di 100 000 ha di terreni agricoli saranno oggetto di contratti agro-ambientali-climatici che sosterranno la biodiversità e la gestione del suolo e delle acque, mentre altri 110 000 ha di terreni agricoli saranno oggetto si sostegno nelle zone montane.
Le quattro principali misure del Psr in termini di bilancio (finanziamento pubblico totale) sono:
– 409 milioni di euro assegnati alla misura 4 (investimenti in immobilizzazioni materiali)
– 240,3 milioni di euro assegnati alla misura 10 (pagamenti agro-ambientaliclimatici)
– 103,2 milioni stanziati per la misura 8 (silvicoltura)
– 78 milioni stanziati per la misura 13 (zone soggette a vincoli naturali)
Maggiori approfondimenti anche sulle singole misure del nuovo Psr lombardo sui prossimi numeri di Impresa Agricola News.

http://ec.europa.eu/agriculture/rural-development-2014-2020/country-files/it/factsheetlombardia_it.pdf

LATTE
Prezzo del latte in Lombardia, convocato per il 28 luglio il tavolo di trattativa È convocato per martedì 28 luglio, a Milano, il Tavolo sul latte, finalizzato a raggiungere un accordo che determini il nuovo prezzo di vendita alla stalla. “Dopo i buoni risultati raggiunti sul piano tecnico, mi aspetto che ora i rappresentanti dei produttori e della trasformazione raggiungano un accordo”. Ha affermato l’assessore regionale all’Agricoltura Gianni Fava. “Il prezzo del latte manca da oltre un anno”, ha ammonito Fava, “e non credo vi siano le condizioni per tergiversare ulteriormente. Uno scenario di incertezza non porta effetti positivi né per i produttori e nemmeno per il mondo della trasformazione”.
La Lombardia è la prima regione italiana nella produzione di latte (42 per cento del volume nazionale), con oltre 4.000 imprese attive e un terzo dei formaggi Dop Made in Italy.

www.agricoltura.regione.lombardia.it

Bertasi

2 Commenti

  1. Gino 5 anni fa

    interessanti notizie grazie continuate così

    • Bertasi Autore
      Bertasi 5 anni fa

      La vostra passione è il nostro lavoro, un prodotto al passo coi tempi è il binomio di una buona informazione e un’ottima qualità!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>